martedì 17 aprile 2018

La cogestione nostra


Anche per questo anno scolastico 2018, la nostra scuola ha organizzato le giornate di cogestione. Durante queste ore, Docenti e ragazzi hanno messo in atto delle attività di didattica alternativa alle ore di lezione curriculari. Noi ragazzi del laboratorio creativo abbiamo partecipato attivamente e con entusiasmo ai progetti proposti dai nostri compagni. Sono state ore di vero svago ed anche di esperienza, abbiamo seguito corsi di danza, bachata, incontri per educare alla vita e di difesa personale. Nell'area palestra diverse sono state le discipline sportive proposte e praticate, tra quelle che hanno avuto maggior successo, troviamo il Ping-Pong, Basket ed il Football a cinque. Passando alle attività prettamente scolastiche, i ragazzi hanno partecipato a degli approfondimenti sulle materie curricolari con i docenti dello stesso istituto; sono stati svolti corsi di matematica, lingue e diritto.  Abbiamo avuto diverse proposte anche per quanto riguarda l'area sociale, sono stati trattati temi come cyber bullismo e l’integrazione sociale. Durante queste mattinate, l'allegria e la spensieratezza hanno fatto da padrone; lo stare insieme e la condivisione di emozioni ha reso il tutto molto piacevole. Queste iniziative anche se differiscono dalla normale attività scolastica, permettono l'integrazione tra alunni di classi ed età differenti, rendendo la scuola oltre che un luogo di cultura, anche un luogo d'incontro e di confronto tra giovani. Noi del laboratorio ci auguriamo che anche nel prossimo anno scolastico questa magnifica esperienza venga ripetuta.

Riggi Alessandro, Edoardo Bussi, Valerio Marino

Batman begins


Ieri sera, a casa mia, ho visto il film “Batman begins” è una pellicola del 2005 diretta da Christofer Nolan e basata sulle storie di  Batman, il supereroe dei fumetti ideato da Bob Kane e Bill Finger. Il protagonista principale è Bruce Wayne, un vagabondo rimasto orfano da piccolo, che, arrestato per rapina, va in prigione, in galera incontra Joe Chill ed anche Henri Ducard, quest’ultimo è un uomo misterioso che, gli dice di potergli dare la giustizia che cerca e gli annuncia  che ogni risposta potrà essere trovata una volta recuperato un particolare fiore azzurro, che cresce sulle pendici di una montagna andina. Wayne, uscito dalla prigione, cerca il fiore azzurro e quando lo trova, scala la montagna dell'Himalaya senza difficoltà, perché, si è allenato, per lungo tempo, con le arti marziali, poi, tornato nella sua città natale, Gotham City, sceglie di trasformarsi nel Cavaliere Oscuro per combattere la criminalità e la corruzione.  I suoi primi nemici saranno il boss Falcone e lo psichiatra chiamato “Lo Spaventapasseri”, in breve tempo diventa un vero eroe al servizio della giustizia.
Questo film mi è piaciuto tanto perché mi ha emozionato, ma non ho avuto paura anche se, alcuni personaggi spaventosi; mi è sembrato molto riuscito e le musiche erano bellissime.
Questa mattina, a scuola, Barbara, l'assistente, mi ha detto che pure lei lo ha visto ma che ha avuto paura dello spaventapasseri.
   Francesco  Ceci     

martedì 10 aprile 2018

Appunti di viaggio -prima parte


Lunedì 12 Marzo io e la mia classe siamo partiti per una gita d’istruzione in Emilia Romagna. Era un giorno piuttosto piovoso, la mattina presto ci incontrammo davanti scuola e verso le 8:00 partimmo. Durante il tragitto ci fermammo un paio di volte date le otto lunghe ore di viaggio che ci aspettavano; appena arrivati a destinazione visitammo subito l’Arco di Augusto a Rimini.   Il pomeriggio andammo a vedere Piazza Cavour, una grande piazza nel centro storico di Rimini con la bella fontana Cinquecentesca. Come in molte altre città, questa fontana rappresentava l’unica fonte cittadina di acqua potabile fino agli inizi del XX secolo, anni in cui fu inaugurato finalmente l’acquedotto pubblico.  Al  termine della visita di Rimini ci trasferimmo in “Hotel Corona” poco distante dal centro, dove sistemammo le nostre valige nelle camere a noi assegnate.  Il giorno seguente trascorremmo l’intera giornata a Ravenna con la guida. Iniziammo col visitare la Basilica di S. Apollinare in classe, una basilica costruita nella prima metà del VI secolo e dedicata a sant’Apollinare, il primo Vescovo di Ravenna; e che nel 1996 fu inserita nella lista dei patrimoni dell’umanità.  Continuammo la nostra visita con la Tomba di Dante, ovvero il sepolcro in stile neoclassico del Poeta Dante Alighieri il quale visse gli ultimi anni della sua esistenza a Ravenna morendovi nel 1321.  Infine andammo a vedere il Battistero degli Ariani, costruito a partire dalla fine del V secolo all’epoca del Re “Astrogoto Teodorico”.  Ritornati in hotel, la sera dopo cena ci riunivamo tutte in una stanza trascorrendo il tempo parlando e scherzando, e ascoltando un po’ di musica. Il giorno dopo visitammo Bologna, più precisamente Piazza Maggiore ai lati della quale vi era la Basilica di San Petronio, il Palazzo del Podestà e il Palazzo del Re Enzo.La Basilica di San Petronio è la chiesa principale di Bologna, e nonostante sia incompleta, è considerata la sesta chiesa più grande d’Europa.  Il palazzo Re Enzo invece è un palazzo storico risalente al XIII secolo, costruito come ampliamento degli edifici comunali del Palazzo del Podestà. Subito dopo ci spostammo verso l’Archiginnasio di Bologna, sede dell’antica università, costruito nel XVI secolo; e successivamente andammo a vedere la Torre degli Asinelli alta poco più di 97 metri e pendente verso ovest per 2,20 metri.  L’ultimo giorno infine lo trascorremmo a Gradara visitando principalmente il centro storico e il Castello che sorge sulla sommità di una collina in provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche. Finita la visita, subito dopo pranzo, risalimmo sul pullman pronti per il ritorno. Arrivammo a Nettuno verso le 20:00, stanchi dal lungo viaggio ma contenti di aver trascorso dei giorni in compagnia e di aver visto cose interessanti, istruttive e che rimarranno in noi per sempre.
Alessandra La Sala